Avviso di indagine di mercato immobiliare 2021

20/10/2021

MIC|MIC_AS-VV|20/10/2021|0001374-P| [25.10.04/1/2019]

Ministero della Cultura
Archivio di Stato di Vibo Valentia

 

AVVISO INDAGINE DI MERCATO IMMOBILIARE

 

L’Archivio di Stato di Vibo Valentia con sede in via J. Palach n. 46, Tel, 0963 991392

PEC: mbac-as-vv@mailcert.beniculturali.it

RENDE NOTO

che è interessato ad individuare un immobile da condurre in locazione, già disponibile (o da adeguare, con consegna entro il termine massimo di sei mesi dalla data della stipula del contratto e decorrenza economica dalla data di consegna) da adibire a sede dell’Archivio di Stato di Vibo Valentia.

L’immobile oggetto di proposta dovrà avere i seguenti requisiti al momento della consegna all’Amministrazione:

  • Destinazione urbanistica compatibile con l’uso previsto dal presente avviso immobiliare;
  • Legittimità sotto il profilo urbanistico-edilizio;
  • Destinazione ad ufficio pubblico, compatibile con gli strumenti urbanistici vigenti e adottati;
  • Essere provvisto della documentazione attestante l’avvenuta verifica di vulnerabilità sismica, da cui si evinca che il fabbricato possiede l’idoneità antisismica con riferimento a quanto previsto dal D.P.C.M. n. 3685 del 21.10.2003, Allegato 1, Elenco B.1.3. Edifici rilevanti, Classe d’uso III;
  • Superficie lorda totale di circa mq. 900, distribuita su uno o più piani compresi piani interrati e configurazione planimetrica adatta ad ospitate 5.000 ml. di documentazione archivistica (da conservare su scaffalature compatte e/o compattabili);
  • Prevedere uno spazio di circa 500 mq. (inclusi nei circa 900 totali) da adibire a uffici sale di studio, e zone servizi di supporto all’attività archivistica;
  • Accesso idoneo per portatori di handicap;
  • Avere un’area scoperta di pertinenza esclusiva all’immobile da adibire ad area carico/scarico o, in subordine, avere un accesso carrabile idoneo all’accesso di mezzi di trasporto ed all’esecuzione delle operazioni di carico/scarico in apposito ambiente interno all’edificio;
  • Tutti gli impianti devono essere funzionali e conformi alla normativa vigente e deve essere presente l’impianto di climatizzazione. Prima della consegna dell’immobile dovranno essere inoltre consegnate tutte le certificazioni di conformità degli impianti tecnologici;
  • L’immobile deve rispettare tutte le norme attualmente vigenti in materia di igiene e sicurezza e le norme vigenti in materia antisismica;
  • La portata minima ammissibile e certificata per i solai delle zone uffici aperte al pubblico, deve essere rispondente ai requisiti di legge e, pertanto, di 300 kg/mq;
  • La portata minima ammissibile e certificata per i solai delle zone archivio deve essere rispondente ai requisiti di legge e, pertanto, di 1.200 kg/mq per archivi compattabili;
  • L’immobile deve essere in possesso del certificato di agibilità ai sensi degli artt. 24. e 25 del D.P.R. n. 380/2001 e ss.mm.ii. e quindi conforme alle normative vigenti in materia di impianti, di superamento delle barriere architettoniche, di sicurezza dei luoghi di lavoro (D.lgs: 81/2008);
  • Classe energetica pari a B o superiore per le aree destinate ad ufficio;

Prima della consegna dell’immobile, la proprietà dovrà aver compiuto tutti gli adempimenti relativi alle norme sulla prevenzione incendi con particolare riferimento ai locali archivi, alle centrali termiche e ad ogni attività soggetta alla prevenzione incendi di cui al D.P.R. 151/2011 in relazione al particolare utilizzo richiesto;

  • Essere già costruito all’atto della partecipazione alla presente selezione;
  • L’immobile oggetto di locazione dovrà essere di piena proprietà o nella piena disponibilità giuridica del proponente alla data di pubblicazione del presente avviso pubblico:

L’immobile inoltre dovrà possedere:

ü  Ascensore/i e accessi idonei per disabili;

ü  Accessi e collegamenti sia orizzontali che verticali (atri, corridoi, scale, ascensori) ad uso esclusivo;

ü  Impianto di climatizzazione estate/inverno con opportuno sistema di controllo della temperatura e dell’umidità;

ü  Impianto di rilevazione fumi, segnalazione antincendio e impianto di spegnimento automatico laddove prescritto dalla normativa vigente;

ü  Impianto di rete informatica (cablaggio strutturato) adeguamento alle esigenze dell’Amministrazione, preferibilmente dotato di dorsali in fibra;

Costituiscono inoltre caratteristiche preferenziali dell’immobile richiesto, da adibire ad Archivio di Stato:

  • Indipendenza del fabbricato ed esistenza di recinzione e sistema di accessi vigilati;
  • Utilizzazione dell’edificio esclusivamente per uffici ed eventuali attività ad essi strettamente connesse;
  • Facilità di raggiungere l’immobile direttamente dalle stazioni ferroviarie cittadine principali;
  • Ubicazione in zona non periferica, adeguatamente servita da mezzi pubblici e collegata con le principali vie di comunicazione;
  • Epoca di recente costruzione o di integrale manutenzione straordinaria/risanamento conservativo o di ristrutturazione edilizia;
  • Esistenza o disponibilità all’installazione di montacarichi da destinare alla movimentazione della documentazione archivistica;
  • Efficienza degli impianti (gli impianti devono essere realizzati in modo tale da rendere minimi i costi di gestione e manutenzione);
  • Modularità (possibilità di aggregare gli spazi secondo esigenza, intercambiabilità delle superfici: Assenza di limitazioni all’uso delle superfici, assenza di spazi ciechi o senza permanenza di persona ad eccezione delle superfici da adibire ad archivi);
  • Possibilità di avere accessi separati (pubblico, addetti);
  • sviluppo orizzontale degli uffici;
  • possibilità di parcheggio pubblico, in adiacenza all’immobile.

PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE

La proposta, sottoscritta dal soggetto giuridicamente legittimo, corredata dalla documentazione appresso indicata, inviata in plico chiuso, su cui sarà apposta la seguente dicitura: “indagine preliminare per eventuale locazione di immobile da adibire a sede dell’Archivio di Stato di Vibo Valentia” NON APRIRE”, dovrà pervenire entro le ore 12.00 del giorno 3 dicembre 2021 al seguente indirizzo: Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Archivio di Stato di Vibo Valentia – Via J. Palach n. 46 e dovrà essere inviata, a mezzo servizio postale con raccomandata a.r. o a mezzo di agenzia autorizzata, ovvero essere presentata a mano all’indirizzo suindicato.

Sul plico di spedizione dovranno essere chiaramente indicati i dati del mittente, quali email, indirizzo e recapito telefonico. Non saranno prese in considerazione, e per l’affetto saranno ritenute irricevibili le proposte ricevute fuori termine,

 

Il plico dovrà contenere la seguente documentazione:

  1. Domanda di partecipazione (allegato A);
  2. Dichiarazione sostitutiva di certificazione (allegato B);
  3. Copia del titolo di proprietà o di legittimazione alla locazione;
  4. Scheda tecnico descrittiva (allegato C con obbligatoria documentazione a corredo);
  5. (per i fabbricati già ultimati) copia del certificato di agibilità e delle altre certificazioni previste dalla normativa vigente (certificato di collaudo statico, allaccio in fognatura, destinazione d’uso ad ufficio pubblico, licenza di esercizio degli ascensori (ed eventuali montacarichi), conformità degli impianti idrico, elettrico, di produzione di calore, di rilevazione e spegnimento incendi, etc.;
  6. Canone annuo di locazione richiesto (allegato D);

Si precisa che l’Amministrazione non corrisponderà rimborso alcuno, a qualsiasi titolo o ragione, ai proponenti per la documentazione presentata, (compresa quella pervenuta fuori termine) che sarà acquisita agli atti e non verrà restituita.

 

PROPOSTE PRESENTATE DA ENTI PUBBLICI

 

Alla presente indagine di mercato potranno aderire anche le Amministrazioni dello Stato, gli enti pubblici non economici, le Agenzie Fiscali e le amministrazioni locali.

 

AVVERTENZE

 

Il canone richiesto verrà sottoposto a valutazione di congruità dall’Agenzia del Demanio; sul canone reputato congruo verrà applicata, al fine della stipula dell’eventuale contratto di locazione, una riduzione del 15%, come previsto dall’art. 3 del D.L. 95/2012 convertito dalla L. 135/2012 e successive modificazioni ed integrazioni; l’eventuale locazione sarà sottoposta all’autorizzazione degli organi amministrativi e di controllo.

 

Non saranno corrisposte provvigioni ed eventuali intermediari. Il presente avviso riveste il carattere di indagine di mercato e le proposte che perverranno non saranno impegnative per l’Amministrazione, la quale si riserva, a suo insindacabile giudizio, di non selezionare alcuna proposta, ovvero di selezionare la proposta che riterrà preferibile, nonché la facoltà di recedere dalle successive trattative senza obbligo di motivazione, qualsiasi sia il grado di avanzamento. Nessun diritto sorge in capo al proponente per il semplice fatto della presentazione della proposta o della individuazione della proposta più conveniente.

 

L’Amministrazione potrà procedere alla valutazione anche in presenza di una sola proposta valida, sempre che sia ritenuta congrua e conveniente. L’Amministrazione si riserva la facoltà di effettuare apposito sopralluogo di verifica degli immobili proposti.

 

Il presente avviso di indagine di mercato viene pubblicato sui siti dell' Archivio di Stato di Vibo Valentia e della Direzione Generale Archivi: e http://www.archivi.beniculturali.it  http://www.archiviodistatovibo.beniculturali.it

 

L’esito dell’indagine verrà pubblicato sul sito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Archivio di Stato di Vibo Valentia: http://www.archiviodistatovibo.beniculturali.it e http://www.archivi.beniculturali.it 

 

Della pubblicazione dell'avviso sarà data notizia sull'edizione nazionale della testata “ Corriere della Sera edizione nazionale e Quotidiano del Sud edizione provinciale Vibo Valentia.     

 

Con la partecipazione al presente annuncio il proponente prende espressamente atto che l’Amministrazione non ha alcun obbligo di comunicare ai singoli dell’esito dell’indagine e che, per effetto, è esclusivo onere del proponente richiedere informazioni sullo stato del procedimento.

 

Individuato l’immobile rispondente alle richieste, verrà avviata una trattativa con la proprietà finalizzata, tra l’altro, all’approvazione dello schema del contratto di locazione, che prevederà una durata di anni sei, e la facoltà, per l’Amministrazione, di recedere in qualunque momento, con formale preavviso di sei mesi.

 

La stipula del contratto definitivo, è comunque subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla criminalità organizzata.

 

Il locatore dovrà garantire il complesso archivistico contenuto e custodito nei locali dati in locazione, per un valore stimato pari ad almeno € 2.000.000,00, da eventuali danni derivanti da malfunzionamento degli impianti, di cui i locali dati in fitto sono dotati, o da ammaloramento delle strutture. Tale garanzia dovrà essere data, mediante stipula di apposita “polizza globale del fabbricato” che preveda, oltre alla responsabilità civile per eventuali danni a terzi, anche il risarcimento per danni causati al patrimonio archivistico da acque di ogni tipo e da incendio.

 

Nel caso in cui venga accertata la non rispondenza dell’immobile rispetto a quanto attestato nella proposta, ovvero nel caso di accertata irregolarità dal punto di vista normativo, sarà revocato ogni eventuale accordo sopravvenuto e il soggetto proponente sarà obbligato a rimborsare tutte le spese sostenute, sino alla data dell’interruzione della trattativa.

 

I dati personali saranno trattati, in conformità al Regolamento (UE) del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016, esclusivamente ai fini della partecipazione alla selezione delle proposte di cui al presente annuncio e, comunque, per le attività strettamente connesse e strumentali alla gestione del procedimento in corso, Con l’invio della sottoscrizione della proposta, i concorrenti esprimono, pertanto, il loro assenso al predetto trattamento.

 

Il responsabile del procedimento è il Direttore Nicola Congestrì. 

 

Vibo Valentia  20 ottobre 2021

                                                                                                 IL DIRETTORE

                                                                                               (Nicola Congestrì)

                                                                                             Firmato digitalmente

Allegato A

Allegato B

Allegato C

Allegato D